Iscriviti alla newsletter

    In evidenza

    • Sono vent’anni (o forse più?) che i video pubblicitari turistici sono sempre gli stessi. Tutti uguali, tutti con le stesse parole, tutti con le stesse immagini, tanto che si potrebbe sostituire l’una con l’altra e l’effetto non cambierebbe. Perché?

        01 GIUGNO 2021

    • Siamo di fronte a un’epidemia che da oltre un anno sta colpendo il nostro come gli altri paesi. Abbiamo cercato di andare oltre i dati, già sconvolgenti, del numero dei decessi, dei ricoveri e dei contagi, per fare un’analisi a tutto campo di quel che l’epidemia sta provocando nella società italiana. Ci siamo chiesti quale impatto abbia sui malati non-Covid. Ci siamo chiesti quali conseguenze sta apportando sul piano degli stili di vita, che si possono trasformare in comportamenti dannosi, che a loro volta possono portare a nuove patologie. Ci siamo fatti una domanda cruciale, a questo punto della storia dell’epidemia, sul grado di fiducia dei cittadini rispetto ai vaccini, senza la quale l’operazione di vaccinazione della popolazione avrebbe molte difficoltà ad avere successo.

        15 APRILE 2021

    • Quando ragioniamo sullo sviluppo di Roma, non fermiamoci a Roma. Non sappiamo se sarà una “global city”, o se, a nostra insaputa, lo è già; se vuole esserlo o se teme di diventarlo. Questione che rischia di allertare subito una discussione ideologica che non ci porterà da nessuna parte. Sia che Roma si pensi come “Global city”, sia che si pensi in un altro modo, ha la necessità strategica di essere al centro di un sistema territoriale più grande dei suoi, pur grandi, confini.

        14 APRILE 2021

    • Una riflessione sulla base di un’inchiesta di Format Research e Sociometrica svela che gli italiani non considerano l’ex banchiere centrale un tecnico, ma un fatto politico nuovo, diverso, con un’identità specifica: il 38% crede che abbia un’ispirazione di centro-destra; il 21% di centro-sinistra, ma la maggioranza relativa, 42%, ne vede un’ispirazione riformista. C’è anche un effetto Letta. Per leggere il sondaggio clicca qui.

      Continua a leggere su LINKIESTA

        19 MARZO 2021

    • Viviamo tempi interessanti. Nelle poche ore servite a formare il Governo Draghi, forse nessuno si aspettava che si sarebbe innescato un cambiamento che, attraverso onde telluriche successive, ha finito con il minare, trasformare e cambiare pressoché tutte le forze politiche in campo.

        14 MARZO 2021

    • Il turismo ha un suo ministero. E per di più “con portafoglio”, quindi con capacità di spesa e bilancio autonomo. È quello che il “popolo del turismo” sognava, dopo l’improvvida cancellazione decretata dagli Italiani con il referendum del 1993. C’era già stata una sua reintroduzione nel Governo Berlusconi (2009), ma era “senza portafoglio”, perciò adesso il turismo ritorna all’origine, con i crismi istituzionali e la pari dignità dei ministeri più “pesanti”.

        08 MARZO 2021

    • La nuova piattaforma dove si ascoltano le opinioni di pochi speaker su vari argomenti non è altro che una sorta di talk show impostato su uno schema piuttosto tradizionale, con la differenza che invece di cambiare canale si cambia room. È davvero il social media che ci mancava?

      Continua a leggere su LINKIESTA

        01 MARZO 2021

    • La ricerca si occupa di misurare la notorietà e il valore delle associazioni del volontariato e del Terzo settore in un anno molto particolare segnato dall’epidemia del Covid-19. Misurato anche l’impatto sulla psiche collettiva dell’epidemia, con la crescita di nuovi sentimenti di solidarietà, ma anche di diffidenza e una larga diffusione della solitudine.

        05 FEBBRAIO 2021

    • Era il 14 settembre 1998, e un dispaccio da New York riporta le parole dell’unico Clinton riuscito a diventare Presidente degli Stati Uniti: “Le questioni che io, Blair e Prodi affronteremo sono cruciali: come estendere i benefici dell’economia mondiale a tutti, e come far diffondere la democrazia di pari passo con le riforme economiche.”. Erano i tempi dell’“Ulivo Mondiale”, in uno dei suoi momenti più alti; era il tempo dell’affermazione della globalizzazione (dovuta, anzi scatenata proprio dai provvedimenti finanziari di Clinton e dall’ingresso della Cina nel WTO); era il momento in cui si celebrava la definitiva vittoria dei paesi liberi rispetto al comunismo.

        04 GENNAIO 2021

    • Ogni brand che prova a essere globale deve riuscire a creare un mito, cioè suscitare un movimento nella realtà. È quello che ha fatto la serie televisiva, che è riuscita a rendere attualissimo un gioco antico. In questo modo la radicale trasparenza del messaggio, la rottura dei confini di genere e la credibilità della storia hanno reso il prodotto di Netflix un esempio di successo.

      Continua a leggere su LINKIESTA

        17 DICEMBRE 2020

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito accetti che vengano utilizzati.